Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
hamburger overlay

Ipoglicemia

L'ipoglicemia si verifica quando i livelli di zuccheri nel sangue sono troppo bassi. Questo può accadere quando la quantità di insulina è eccessiva, ad esempio perché il pasto o lo spuntino è stato ritardato o saltato, oppure dopo un'intensa attività fisica. In un soggetto sano, quando il livello di glucosio scende sotto la norma, il pancreas interrompe automaticamente la produzione di insulina. In un soggetto affetto da diabete, invece, questa funzione regolatoria viene a mancare.

L'ipoglicemia può essere causata da diversi fattori:

  • Inosservanza del regime alimentare
  • Esercizio fisico eccessivo o protrattosi troppo a lungo senza consumare neppure uno spuntino
  • Assunzione di dosi elevate di insulina o variazione negli orari di somministrazione dei farmaci
  • Elevati livelli di stress
  • Effetti collaterali di altri farmaci

L'organismo risponde ai bassi livelli di zuccheri con segnali d'allarme che possono variare da soggetto a soggetto. Alcuni dei segnali comuni dell'ipoglicemia sono:

  • Debolezza
  • Tremito
  • Sudorazione
  • Irritabilità e aggressività
  • Tachicardia
  • Stato confusionale

Nel caso in cui sussista un sospetto di ipoglicemia, è necessario provvedere quanto prima a un controllo del tasso glicemico. La misurazione è importante in quanto consente di stabilire con certezza i valori glicemici e di prevenire il rischio di un’incombente ipoglicemia, anche nel caso in cui non siano stati riscontrati i segnali d’allarme citati in precedenza.

Nel caso si riscontri un tasso glicemico troppo basso, è necessario intervenire tempestivamente. L’assunzione di zuccheri a rapido assorbimento (come il glucosio) può contribuire a riequilibrare la glicemia. Nel caso di una crisi ipoglicemica lieve, il soggetto diabetico dovrebbe succhiare una caramella ad alto tenore di zucchero (ad es. Dextro Energy) oppure bere una bevanda a base di succhi di frutta (non bevande dietetiche o light). In caso di ipoglicemia grave e se la persona affetta da diabete ha perso conoscenza, saranno necessari aiuti esterni, eventualmente anche da parte di estranei. Per fronteggiare un’emergenza di questo genere bisogna prima frugare nelle tasche del diabetico alla ricerca della famosa caramella ad alto tenore di zucchero e, una volta trovata, mettergliela in bocca (attraverso la mucosa orale lo zucchero viene assorbito rapidamente). Persone opportunamente istruite possono praticare un’iniezione di glucagone.[Ormone secreto dalle cellule alfa del pancreas; contribuisce a far aumentare il tasso glicemico; soggetto a prescrizione medica].

Condividere

Classificato in: