Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
hamburger overlay

Curare gli adolescenti

Si sa che l'adolescenza è un'età difficile. Aggiungere la pressione del diabete e dell'autocontrollo nella vita di un adolescente non è certo piacevole. Si tratta di una fase importante per tutta la famiglia perché i figli adolescenti vogliono essere indipendenti, prepararsi all'università e alla vita da adulti ma hanno ancora bisogno della tua guida e supporto.

È importante capire che questa condizione può colpire chiunque e in qualsiasi età. Il diabete implica maggiori responsabilità per te e per tuo figlio, ma non significa che la qualità di vita di tuo figlio ne debba risentire. Al contrario, l'autodisciplina richiesta può trasformarsi in un punto di forza per tuo figlio.

Anche se è il diabete può essere trattato, questa malattia ha delle complicanze immediate e a lungo termine potenzialmente gravi. È importante che tuo figlio capisca che curarsi da subito è ciò che fa la differenza quando raggiungerà un età avanzata. Un adolescente potrà non capirlo, penserà di dover vivere con limiti rigorosi e non vedrà alcun lato positivo.

Per far sì che tuo figlio segui al meglio l'autocontrollo, cogli qualsiasi opportunità per educare tutta la famiglia. Incoraggia tuo figlio a conoscere e frequentare suoi coetanei che hanno lo stesso problema e, a tua volta, avvicinati al gruppo di genitori.

Parla con tuo figlio

L'adolescenza è un'età molto delicata e turbolenta. Probabilmente fai fatica a capire cosa tuo figlio pensa, né ti aspetti che tuo figlio capisca cosa pensi tu, quindi fai il possibile per mantenere un dialogo aperto e costante.

È anche il momento di iniziare a parlare a tuo figlio da adulto. Non puoi continuare a dirgli cosa deve fare, piuttosto dovrete negoziare delle regole insieme e dovrai renderlo responsabile della sua cura.

Suggerimenti per la cura degli adolescenti

  • Scegli le parole con attenzione. Non definire le misurazioni della glicemia "buone" o "cattive", ma parla sempre semplicemente di livello “alto”, “basso” e “normale”.
  • Quando la glicemia è alta, devi decidere in che modo reagire. La punizione non è la soluzione adeguata e può portare tuo figlio a mentire in futuro. Se l'iperglicemia è dovuta a un eccesso di cibo, chiedi a tuo figlio di essere onesto su questo aspetto e trova un modo per evitare che il problema si ripeta.
  • Non parlare solo di diabete. Ricordati di chiedere, "Come è andata a scuola oggi?" oppure "Come è andato lo sport?", e non solo "Come è andato il test della glicemia?"
  • Non lasciare che tuo figlio usi il diabete come scusa. Spiegagli che se usa la malattia come giustificazione, la stessa malattia può essere usata facilmente come motivo per non lasciargli fare ciò che vuole.
  • Affronta l'argomento delle complicanze a lungo termine, ma non usarle come ricatto. L'effetto potrebbe essere contrario, e tuo figlio potrebbe pensare che non vale la pena curare la sua malattia.
  • Lascia che tuo figlio parli da solo con il medico. In questo modo, potrà esprimere più liberamente i suoi pensieri e riceverà istruzioni direttamente da un professionista, alleggerendo il tuo fardello di responsabilità.
  • Ancora più importanti nel trattamento del diabete sono la disciplina e limitazioni coerenti. A volte, i genitori si dispiacciono per la condizione di loro figlio e si mostrano molto accondiscendenti in altri ambiti. A lungo andare, questo atteggiamento non aiuta tuo figlio ma gli renderà ancora più difficile far fronte alla realtà.

Condividere

Classificato in: